Abbiamo fornito dei mystery client che, anche se maggiorenni, potevano dimostrare un’età inferiore. Gli shopper cercavano l’interazione con la hostess per verificare la corretta applicazione della procedura e una volta terminata la visita si presentavano alla hostess discutendo con lei i dettagli della verifica acquisendo una foto della divisa indossata e compilando a quattro mani il report finale.

In questo modo il tam tam fra le operatrici ha portato una grande attenzione ai particolari della presentazione del prodotto e le situazioni anomale si sono pressoché azzerate nell’arco di tre cicli di verifica.

Casi studio

Monitoraggio affissioni nei distributori di carburante

Un brand del settore distribuzione carburanti gestisce una serie di cartelloni pubblicitari all’interno dei punti vendita. Per rispetto degli accordi commerciali voleva essere certo del materiale affisso su questi cartelloni.

Mystery Video per imparare a vendere dai colleghi

Un’azienda del settore automotive registrava una certa resistenza al cambiamento da parte…

Centro commerciale: un punteggio finale

La proprietà del centro ci ha chiesto la possibilità di stilare una classifica dei punti…